spalti toro_01

Una torre ardita segna il passo dell’articolata catena degli Spalti. E’ il Campanile di Toro, il re degli Spalti, il simbolo delle Dolomiti di Domegge di Cadore.

Inizia con queste parole la Mostra storica dedicata all’alpinismo cadorino, inaugurata sabato 21 luglio a Domegge di Cadore (BL), visitabile fino al 19 agosto presso il Palazzo Giacobbi (di fronte al Municipio di Domegge), con orario: 10.00-12.00 e 17.00-19.00.

Venti pannelli che raccontano com’è nata la passione per la montagna e la frequentazione delle Dolomiti. Le testimonianze fotografiche e descrittive parlano dei cacciatori diventati Guide Alpine e dei primi turisti-esploratori provenienti dall’Impero Austro-Ungarico. Le salite sugli Spalti e sulle Marmarole degli alpinisti di Domegge a cominciare da Antonio Da Vià.
Ampio spazio è dedicato alla storia della locale Sezione CAI e ai rifugi che sulla montagna di Domegge sono ben quattro: Baion, Padova, Cercenà e l’Eremo dei Romiti, ma la mostra dedica spazio anche alla Stazione del Soccorso Alpino Centro Cadore che compie 40 anni di generosa attività.
Poi si parla delle Guide Alpine di oggi e di tante imprese, di sentieri e di bivacchi.

La mostra comprende anche alcuni pannelli dedicati all’alpinismo sulle altre montagna del Cadore: dalle Tre Cime di Lavaredo all’Antelao e al Pelmo fino al Popera e al Cridola.

Molti “biglietti di vetta”, chiodi e spezzoni di corda risalenti alla fine del 1800 o ai primi anni del 1900, oltre ad essere descritti in uno dei pannelli della mostra, sono conservati presso il Rifugio Padova dove il primo settembre 2012 si svolgerà una conferenza con la partecipazione di ricercatori e storici dell’alpinismo provenienti anche dall’estero.

La mostra è frutto di un impegno corale da parte dei dirigenti della Sezione CAI di Domegge. La parte grafica è stata curata dal fotografo ampezzano Giuseppe Ghedina.

Info: Sezione CAI di Domegge, tel. 0435 72330, domeggedicadore@cai.it

Redazione altitudini.it autore del post

Red. ≈altitudini.it | La redazione di altitudini.it racconta e discute di montagna e alpinismo.

Il post non ha ancora nessun commento. Scrivi tu per primo.

HAVE SOMETHING TO SAY?