Da 8 anni il Blogger Contest è tra i più seguiti e partecipati appuntamenti di scrittura multi-media su web dedicati alla montagna.
Dopo otto edizioni nelle quali vi abbiamo chiesto di partecipare con un racconto di finzione − i fatti descritti potevano anche non essere realmente accaduti − in questa edizione vogliamo confrontarci con un genere, il reportage narrativo, in cui l’autore ha fatto esperienza diretta dei fatti e li descrive attraverso gli strumenti narrativi.

Con questa edizione vi chiediamo di entrare nel cuore delle storie con un racconto “dal vivo”.

Nel reportage narrativo, il racconto della realtà, secondo le regole di verità di cronaca, è arricchito dalla profondità di analisi della poesia, dagli espedienti che la letteratura offre per catturare l’intensità degli eventi e raccontare il cuore delle vicende.
Questo genere va così oltre la pura esposizione degli avvenimenti, racconta ciò che è oltre il visibile: le emozioni, le sensazioni, gli stimoli, i colori, le suggestioni. Il metodo è la cronaca, il fine è la letteratura: la cronaca viene utilizzata per i fini letterari e per offrire ai lettori un contesto reale, multiforme e dalle molteplici declinazioni e manifestazioni.

Camminare, osservare, raccontare sono tre verbi che a nostro giudizio sono alla base del reportage narrativo (almeno come lo intendiamo noi) e che vi suggeriamo di utilizzare come traccia.

Camminare / indossiamo un paio di buone scarpe e partiamo
Il viaggio a piedi in qualsiasi luogo, lontano o vicino casa non fa differenza, ci porta a conoscere situazioni e persone che difficilmente si potrebbero osservare e comprendere con altri mezzi che riducono il contatto con il reale. Basteranno queste parole di Cesare Pavese a spiegare perché: “A piedi vai veramente in campagna, prendi sentieri, costeggi le vigne, vedi tutto. C’è la stessa differenza che guardare un’acqua o saltarci dentro”.

Osservare / prendiamo appunti
La lentezza favorisce l’osservazione e l’ascolto. In cammino possiamo lasciarci attraversare da tutto ciò che incontriamo, e possiamo incontrare tutto ciò che attraversiamo. Nessuno sguardo è neutro, nessuna realtà esiste in senso lato al di fuori di uno sguardo. È in questo gioco di specchi che ci muoviamo, consapevoli della parzialità del nostro sguardo e del fatto che essa è tutto ciò che abbiamo.

Raccontare / l’esperienza si fa scrittura
La mera registrazione dei fatti, quindi, non esiste. La complessità con cui abbiamo a che fare è un impasto di opinioni, sensazioni, emozioni, testimonianze e le parole trasformano tutto questo in ciò che chiamiamo una storia. Sono tante le storie che chiedono di essere raccontate e rischiano invece di restare mute. Lo stesso cercarle è un atto creativo al quale ognuno aggiungerà l’originalità della propria voce, il proprio punto di vista attraverso la scrittura.

Il reportage narrativo è la narrazione della realtà che si modula nel linguaggio della prosa letteraria. Sulla linea di confine tra l’oggettività dei fatti e la soggettività narrativa.

Cosa raccontare?

Potete raccontare qualsiasi cosa abbiate visto e di cui siete stati testimoni, oppure che vi è stata raccontata perché eravate a caccia di quella storia. Storie di quotidianità che ci portano dentro la vita delle persone, che contengono un potere speciale perché sappiamo essere reali. Una sola regola, le storie del vostro reportage narrativo devono incontrare le montagne.

INVIO UNITA’ MILTIMEDIALI » 5 ottobre – 31 dicembre 2020
ANNUNCIO VINCITORI » entro 31 gennaio 2021

Puoi partecipare inviando una delle seguenti unità multimediali (se vuoi anche una per ogni sezione purché siano tre storie diverse). Tieni presente che la giuria valuta l’intera unità multimediale che comprende anche il blog dove normalmente pubblichi.

a) Racconti brevi: storie da leggere

Puoi partecipare a questa unità multimediale con: un testo compreso tra le 1500/2000 parole (sono all’incirca 5/7 cartelle di testo, ciascuna da 1800 caratteri spazi inclusi); 3 foto digitali a corredo del testo (formato JPEG della dimensione almeno di 2000 pixel sul lato maggiore), si accettano anche immagini analogiche digitalizzate, disegni e opere pittoriche.

Tieni presente che la giuria valuta oltre al testo anche le foto, quindi non trascurare la qualità delle immagini.

b) Audio storie: storie da ascoltare

Questa unità multimediale dovrà essere composta da: un’audio storia di lunghezza non superiore ai 15 minuti (nel formato wav 24 bit ‐ 48kHz); 3 foto digitali a corredo dell’audio storia (formato JPEG della dimensione almeno di 2000 pixel sul lato maggiore), si accettano anche immagini analogiche digitalizzate, disegni e opere pittoriche; un testo di presentazione dell’audio storia, al massimo di 50 parole.

Le audio storie sono una forma di narrazione attraverso la scrittura con i suoni: audio testimonianze di persone ed eventi reali, paesaggio sonoro, la tua voce, elementi musicali, materiali di archivio… Una eco sonora del reale attraverso il punto di vista di un autore.

c) Webcomics: storie da guardare

Questa unità multimediale dovrà essere composta da: massimo 30 vignette con rapporto dimensionle 4:3 (la prima vignetta dovrà contenere il titolo della storia e il nome dell’autore); un testo di presentazione della storia al massimo di 50 parole. Nella composizione grafica tieni presente che le tavole verranno pubblicate in dissolvenza una di seguito all’altra, come in questa storia di Chiara Abastanotti

Le Webcomics sono storie per immagini pubblicate sul web che utilizzano le tecniche classiche del fumetto ma con un linguaggio nuovo e innovativo, che attinge dai più svariati argomenti: l’attualità, le biografie, la storia, le indagini giornalistiche, il reportage, la cronaca.

Il Blogger Contest, un arcipelago bellissimo

Al fine di raccontare la montagna come musa ispiratrice, come Terra Madre, come elemento con cui confrontarsi e per diffondere l’interesse alla narrazione attraverso l’uso creativo dei linguaggi multimediali, altitudini dal 2013 organizza il Blogger Contest: un incontro annuale di autori che amano la scrittura e pubblicano anche sul web (può essere una rivista digitale come un sito o un blog). In questi otto anni il Blogger Contest si è arricchito, di edizione in edizione, di autori e storie (oltre 400 storie e 300 autori), è diventato più maturo e anche la scrittura per e sul web ci sembra più ragionata. Le storie che sono nei blog personali e sulle riviste online sono piene di emozioni, poesia e, perché no, anche di cultura.

In questo modo, attraverso altitudini, è nata una rete di relazioni che ci mette e ci mantiene in contatto con autori, lettori, partner e con la nostra redazione. E l’immagine che forse più di tutte corrisponde a questa relazione è l’arcipelago, formato da tante piccole isole, che si pone come un orizzonte intellettuale, in cui le persone sono isolate l’una dall’altra ma in rapporto di reciproco scambio.

Lo spirito del Blogger Contest

Fin dalla sua nascita l’idea che ha animato il Blogger Contest è stata di andare oltre la classica dinamica del concorso per costituire una piattaforma di scambio, di incontro, un momento di riflessione e crescita collettiva. Infatti, il vero spirito del Blogger Contest è cercare di far emergere, dalla vastità della rete, esperienze e pensieri in forma di racconti che difficilmente riuscirebbero ad essere visibili ad un vasto pubblico e non ultimo, creare una connessione fra le persone che coltivano la medesima passione per la scrittura. Quindi il valore della tua partecipazione sta proprio nella condivisione e nell’incontro e un po’ anche nella lettura delle storie di chi ha saputo interpretare nel modo migliore il tema proposto.

In questa 9a edizione la giuria indicherà 9 vincitori e assegnerà 4 premi speciali, in totale verranno premiati 13 autori. I premi verranno assegnati in 3 categorie: racconto breve, audio storia e webcomics. Il valore complessivo dei premi offerti dai nostri sponsor supera i 5.000 €. La redazione di altitudini e lo staff del Blogger Contest hanno lavorato sodo per curare al meglio anche questa edizione che entra nel cuore delle storie.

Ti ricordiamo che la giuria valuta l’intera unità multimediale, cioè l’insieme di testi, foto, audio e illustrazioni, oltre al blog o la rivista digitale dove normalmente scrivi. In questa edizione il materiale fotografico sarà inoltre oggetto di una particolare attenzione e, come sempre, le foto possono essere anche di altri autori, purché venga indicato l’autore e tu abbia l’autorizzazione alla loro pubblicazione.

Giuria di premiazione

LUISA MANDRINO
Luisa Mandrino (1965), diplomata all’Accademia di Belle Arti di Brera e al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, ha studiato scrittura creativa con Giuseppe Pontiggia e sceneggiatura con Ugo Pirro, Tonino Guerra, Furio Scarpelli e Robert McKee. Ha lavorato come autrice e sceneggiatrice prevalentemente per la Rai (Mi manda Lubrano, Incantesimo, Geo&Geo). Con due racconti inediti ha vinto il Premio Leggimontagna e il Premio Giulio Bedeschi. Ha collaborato alle riviste Alp e Meridiani Montagna. Ha pubblicato quattro libri: La forza della natura (Vivalda, 2002), Vivere come se si fosse eterni (Alpine Studio, 2013) Il fuoco dell’anima (Corbaccio, 2017), Il maestro e il campione (Blonk, 2020). Attualmente scrive documentari per Geo&Geo e sta ultimando un romanzo che ha come scenario le Dolomiti Bellunesi.

GIANLUCA COSTANTINI
Gianluca Costantini, attivista per i diritti umani, ha messo il suo talento grafico al servizio di importanti cause umanitarie, collaborando tra gli altri con ActionAid, Amnesty, Cesvi, ARCI ed Emergency. Accusato di terrorismo dal governo turco, ha pubblicato le sue storie su importanti testate italiane, francesi, statunitensi e turche. I suoi disegni hanno accompagnato prestigiose manifestazioni come l’HRW Film Festival di Londra, il FIFDH Human Rights Festival di Ginevra, il Festival dei Diritti Umani di Milano e il Festival Internazionale a Ferrara. Dal 2016 accompagna con i disegni le attività di DiEM25 Democracy in Europe Movement 2025 il movimento fondato da Yanis Varoufakis e collabora attivamente on-line con l’artista Ai Weiwei. Ha vinto numerosi premi per la sua opera artistica e umanitaria, tra cui il premio Arte e diritti umani di Amnesty International. Il suo ultimo libro è “Libia” edito da Mondadori. www.channeldraw.org

MATTEO MELCHIORRE
Matteo Melchiorre (1981) è stato ricercatore presso l’Università degli Studi di Udine, l’Università Ca’ Foscari e lo Iuav di Venezia. Dal 2018 è direttore della Biblioteca Comunale, del Museo Giorgione e dell’Archivio Storico di Castelfranco Veneto. Autore di numerosi saggi e monografie scientifiche di argomento storico è dedito alla scrittura letteraria, volta a indagare la montagna, i luoghi marginali e il paesaggio contemporaneo. I suoi libri narrativi sono Requiem per un albero. Resoconto dal Nord Est (Spartaco 2004, 2007), La banda della superstrada Fenadora-Anzù (con vaneggiamenti sovversivi) (Laterza 2011), La via di Schenèr. Un’esplorazione storica nelle Alpi (Marsilio 2016, Premio Mario Rigoni Stern 2017 e Premio Cortina 2017) e Storia di alberi e della loro terra (Marsilio 2017).

SIMONA RIGHETTI
Dopo una laurea all’Università degli Studi di Torino e diversi anni di lavoro come consulente in E&Y, ha scelto ‘la via della montagna’, sia nella vita privata che in quella lavorativa; insieme al suo compagno, Davide Marta, dirige Mulatero Editore, casa editrice specializzata in editoria di montagna, che pubblica le riviste Skialper, Race Ski Magazine e Alvento, oltre a numerosi libri.

 

ORNELLA BELLUCCI
Ornella Bellucci è giornalista professionista. Dopo trascorsi nella carta stampata e in riviste culturali (Il manifesto e Lo straniero) attualmente si occupa di audio documentari “perché le voci, attraverso gli umori che rilasciano, non mentono”. Ha scritto, per la radio in particolare, diverse inchieste e reportage sui temi del lavoro sfruttato ed abusato e documentari sul sociale più fragile, mettendo insieme diversi premi giornalistici. Collabora con varie testate giornalistiche (in particolare con Radio Svizzera Italiana e Radio Articolo 1, e ha collaborato a lungo con Radio Popolare). Attualmente c
ollabora con Rai Radio 3, curando la regia del programma Vite che non sono la tua e, per la stessa rete, come esperta letteraria del programma La lingua batte.

ALICE MARTINELLI
Vive a Livigno, ama disegnare, leggere, ascoltare e scrivere storie. Lavora presso il museo e la biblioteca.Quando cammina in montagna, di solito ha lo sguardo puntato verso il basso, perché sui sentieri e fra i sassi si trovano un sacco di cose interessanti. Non le piacciono le virgole sparpagliate a casaccio ma adora quando si azzeccano gli aggettivi. Alice Martinelli è la vincitrice del Blogger Contest 2019 nella sezione “racconto breve”.

CATEGORIA “RACCONTO BREVE”

1° PREMIO / valore 830 €


Premio di 500€ in denaro offerto dalla rivista skialper e la pubblicazione del racconto su un numero della rivista in uscita nel 2021.

Suunto 5 / Orologio compatto con GPS, numerose funzionalità per lo sport che permettono un pratico monitoraggio degli allenamenti. E’ realizzato e testato nelle condizioni più estreme delle regioni nordiche. Ha una batteria di lunga durata.

2° PREMIO / valore 590 €


Tent Set Ferrino
 /
Tenda da 2 posti configurata con Tent Set, l’innovativo sistema modulare di Ferrino per creare la tenda perfetta per ogni avventura. Versione preconfigurata per escursionismo.

Salomon Prolog 40 Backpack / Borsone-zaino robusto, resistente al bagnato. È dotato di scomparti impermeabili separati, spallacci a scomparsa e schienale imbottito.
Salomon Agile Fz Hoodie / Giacca in tessuto rinforzato idrorepellente sul busto e materiali più traspiranti negli altri punti, offre protezione attiva dagli agenti atmosferici.

AKU Alterra Lite GTX / Calzatura per attività multiterrain, perfetta per utilizzi hiking e trekking leggeri, per muoversi velocemente in montagna in totale comfort.

Camp Bastoncino Backcountry Carbon in fibra di carbonio, ideale per l’escursionismo e i trekking più lunghi e impegnativi, telescopico con tre segmenti.

3° PREMIO / valore 300 €


Camp Bastoncino Backcountry Carbon in fibra di carbonio, ideale per l’escursionismo e i trekking più lunghi e impegnativi, telescopico con tre segmenti.
Camp Kinetic Rewind, set ferrata con assorbitore di energia a lacerazione variabile, bracci in fettuccia elasticizzata.

Salomon Prolog 40 Backpack / Borsone-zaino robusto, resistente al bagnato. È dotato di scomparti impermeabili separati, spallacci a scomparsa e schienale imbottito.
Salomon Agile Fz Hoodie / Giacca in tessuto rinforzato idrorepellente sul busto e materiali più traspiranti negli altri punti, offre protezione attiva dagli agenti atmosferici.

CATEGORIA “AUDIO STORIE”

1° PREMIO / valore 630 €


Suunto 5, orologio compatto con GPS, numerose funzionalità per lo sport che permettono un pratico monitoraggio degli allenamenti. E’ realizzato e testato nelle condizioni più estreme delle regioni nordiche. Ha una batteria di lunga durata.

Tent Set Ferrino / Tenda da 2 posti configurata con Tent Set, l’innovativo sistema modulare di Ferrino che consente di creare la tenda perfetta per ogni avventura. Versione preconfigurata per escursionismo: minimo peso e ingombro, stabilità e comfort, struttura a cupola con paleria in alluminio e giunti radiali.

2° PREMIO / valore 460 €


Ferrino Rutor 30L / Zaino per lo scialpinismo e l’arrampicata, ideale per uscite “veloci e leggere”. Tasca anteriore per l’attrezzatura di primo soccorso, scomparto interno per ramponi e corda, perfetto per attività invernali.

Salomon Prolog 40 Backpack / Borsone-zaino robusto, resistente al bagnato. È dotato di scomparti impermeabili separati, spallacci a scomparsa e schienale imbottito.
Salomon Agile Fz Hoodie / Giacca in tessuto rinforzato idrorepellente sul busto e materiali più traspiranti negli altri punti, offre protezione attiva dagli agenti atmosferici.

AKU Alterra Lite GTX / Calzatura per attività multiterrain, perfetta per utilizzi hiking e trekking leggeri, per muoversi velocemente in montagna in totale comfort.

Camp Bastoncino Backcountry Carbon in fibra di carbonio, ideale per l’escursionismo e i trekking più lunghi e impegnativi, telescopico con tre segmenti.

3° PREMIO / valore 345 €


Ferrino Thermos Extreme 1 lt. / Thermos ad una temperatura esterna di 5°C mantiene per 16 h una temperatura interna di 50°C.

Salomon Prolog 40 Backpack / Borsone-zaino robusto, resistente al bagnato. È dotato di scomparti impermeabili separati, spallacci a scomparsa e schienale imbottito.
Salomon Agile Fz Hoodie / Giacca in tessuto rinforzato idrorepellente sul busto e materiali più traspiranti negli altri punti, offre protezione attiva dagli agenti atmosferici.

Camp Kinetic Rewind / Set ferrata con assorbitore di energia a lacerazione variabile, bracci in fettuccia elasticizzata.
Camp Bastoncino Backcountry Carbon in fibra di carbonio, ideale per l’escursionismo e i trekking più lunghi e impegnativi, telescopico con tre segmenti.

CATEGORIA “WEB COMICS”

1° PREMIO / valore 630 €


Suunto 5, orologio compatto con GPS, numerose funzionalità per lo sport che permettono un pratico monitoraggio degli allenamenti. E’ realizzato e testato nelle condizioni più estreme delle regioni nordiche. Ha una batteria di lunga durata.

Tent Set Ferrino / Tenda da 2 posti configurata con Tent Set, l’innovativo sistema modulare di Ferrino che consente di creare la tenda perfetta per ogni avventura. Versione preconfigurata per escursionismo: minimo peso e ingombro, stabilità e comfort, struttura a cupola con paleria in alluminio e giunti radiali.

2° PREMIO / valore 410 €


Ferrino Rutor 30L / Zaino per lo scialpinismo e l’arrampicata, ideale per uscite “veloci e leggere”. Tasca anteriore per l’attrezzatura di primo soccorso, scomparto interno per ramponi e corda, perfetto per attività invernali.

Camp Bastoncino Backcountry Carbon in fibra di carbonio, ideale per l’escursionismo e i trekking più lunghi e impegnativi, telescopico con tre segmenti.
Camp Active Jacket / Softshell leggero e traspirante, confortevole grazie alle maniche preformate e al tessuto stretch traspirante, antivento e idrorepellente.

AKU Alterra Lite GTX / Calzatura per attività multiterrain, perfetta per utilizzi hiking e trekking leggeri, per muoversi velocemente in montagna in totale comfort.

3° PREMIO / valore 310 €


Ferrino Thermos Extreme 1 lt. / Thermos ad una temperatura esterna di 5°C mantiene per 16 h una temperatura interna di 50 °C.

Salomon Agile Fz Hoodie / Giacca in tessuto rinforzato idrorepellente sul busto e materiali più traspiranti negli altri punti, offre protezione attiva dagli agenti atmosferici.

Camp Kinetic Rewind / Set ferrata con assorbitore di energia a lacerazione variabile, bracci in fettuccia elasticizzata.
Camp Active Jacket / Softshell leggero e traspirante, confortevole grazie alle maniche preformate e al tessuto stretch traspirante, antivento e idrorepellente.

PREMI SPECIALI

Palaronda Trek
Fra tutti i partecipanti la giuria assegnerà ad un autore il premio PalaRonda Trek. Il premio è offerto dai rifugi delle Pale di San Martino, vale per due persone e comprende:  trekking di 6 giorni, con 5 notti in ½ pensione nei 5 rifugi delle Pale.
Il premiato avrà la qualifica di inviato speciale di altitudini con il compito di raccontare il PalaRonda Trek. www.palarondatrek.com

La montagna “dal vivo” 
Fra tutti i partecipanti la giuria assegnerà ad un autore il premio “La montagna dal vivo”, un acquerello di grandi dimensioni (50×70 cm) realizzato dalla pittrice Silvia De Bastiani nel 2020 che ritrae dal vivo il monte Averau. www.silviadebastiani.it

Alta Via Dolomiti Bellunesi
Fra tutti i partecipanti la giuria assegnerà ad un autore il premio Alta Via Dolomiti Bellunesi. Il premio vale per due persone e comprende:  trekking di 3 giorni, con 2 notti in ½ pensione in due rifugi del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi. Il premiato avrà la qualifica di inviato speciale di altitudini con il compito di raccontare l’Alta Via Dolomiti Bellunesi. www.altaviadolomitibellunesi.it

La montagna “dal vivo” 
Fra tutti i partecipanti la giuria assegnerà ad un autore il premio “MonteRosa Edizioni”, tre volumi editi dalla casa editrice: “i 3900 delle Alpi”, “Guerra Fredda sull’Everest” e “Sul Trono degli dei, lo zen e l’arte di scalare le montagne”. www.monterosaedizioni.it

AA Arcipelago Altitudini / Storie di Montagna / vol. 1

AA Arcipelago Altitudini / Storie di Montagna, è il nuovo progetto editoriale di altitudini realizzato in collaborazione con l’editore Multaero.
AA ha le fattezze di un libro, ma nell’idea di periodicità è inteso come una rivista. La formula libro-rivista, con contenuti curati con i tempi di un libro e impaginati con gli elementi di grafica, le illustrazioni e le immagini fotografiche di una rivista, crediamo possa fornire un ulteriore livello di lettura per i nostri racconti.
AA è un contenitore di racconti, ma anche di saggi narrativi, di poesie, di foto reportage e di graphic novel con tema la montagna nei suoi diversi aspetti e significati.
Un insieme di tante storie eterogenee e voci diverse, in cui scrittori affermati si affiancano a esordienti, componendo un vero e proprio affresco, un racconto sfaccettato e originale sulla montagna, per scoprirla, approfondirla e per lasciarsi ispirare.

Il prossimo autore di AA puoi essere tu!

In questo primo numero di AA, abbiamo coinvolto gli autori a noi più vicini che collaborano con altitudini o che hanno partecipato al Blogger Contest e anche in futuro continueremo su questa strada. Il nostro desiderio è di offrire l’opportunità ai più promettenti scrittori esordienti di storie di montagna, di qualsiasi età e provenienza, di farsi conoscere e di stare accanto a scrittori già affermati e per tutti di stare dentro una vetrina di eccellenza. Quindi, partecipare al Blogger Contest è una buona occasione per farsi conoscere ed essere invitati a scrivere un racconto inedito per AA.

Gli acquerelli “dal vivo” di Silvia De Bastiani

Ad accompagnare la presentazione di questa 9a edizione del Blogger Contest abbiamo scelto gli splendidi acquerelli di Silvia De Bastiani. Silvia è una artista bellunese, trentina d’adozione, lavora da anni sul tema della montagna e dei suoi elementi naturali. La pittura dal vivo è motivo della sua ricerca: caricando carta e colori nello zaino percorre la natura e si ferma a dipingere davanti a qualche parete, su qualche cima, a volte perdendosi tra gli alberi di un bosco. Il contatto diretto con l’ambiente, il muoversi lentamente e fermarsi ad osservare diventano motivo di ispirazione per la pittura, ma anche fonte ricchissima di avvicinamento al territorio.
www.silviadebastiani.it

___ Sponsor ___

___ Media partner ___

___ Staff del Blogger Contest ___

Simonetta Radice / giuria di selezione •  f
Livia Olivelli / giuria di selezione •  f
Lara Cesati / giuria di selezione •  f
Giulia Ficicchia / giuria di selezione •  f
Marco Tonet / designer e web developer  •  f
Nicola Carpene / web developer  •  f
Teddy Soppelsa / coordinamento  •  f