IL NOSTRO MANIFESTO

– Le storie al centro di tutto
– Storie di persone ed esplorazioni
– Una libreria di storie che durino nel tempo
– Storie come fonte d’ispirazione per uscire nella natura
– Una comunità di scrittori e blogger

Chi ci segue da tempo si sarà accorto/a che con l’ultima edizione del Blogger Contest abbiamo concepito un nuovo modo di presentare le storie in concorso. Da oggi (settembre 2018) questa nuova “veste grafica” diventa il nuovo sito di altitudini che si rinnova anche nell’impegno e nei contenuti. Il manifesto del nostro impegno:

1 – Le storie diventano il punto centrale del nostro lavoro, quindi non troverai più notizie o informazioni di accadimenti vari, a meno che non siano collegate ad una storia.

2 – Vogliamo dare vita ad una libreria di storie che durino nel tempo, che non vengano bruciate nella frenesia dei social network in pochi giorni o in poche ore. Ci piacerebbe che le storie di altitudini fossero più profonde e durature di quanto oggi corre sui social. Le storie sono memoria per chi scrive e guida per chi legge. E come una conchiglia piena di echi, una storia risuona a lungo. Le storie sono anche degli specchi: chi ci guarda dentro vede riflesso, oltre il proprio volto, le proprie domande, inquietudini e piaceri, in una meravigliosa complicità.

3 – Limiteremo l’interattività, pubblicheremo meno link esterni possibile e i video strettamente necessari. Crediamo nella forza dei testi, delle foto e dei suoni.

4 – Pubblicheremo almeno una storia alla settimana; storie di persone ed esplorazioni, di vita a contatto con la natura, storie vere fuori traccia con un tema o un punto di vista non convenzionale. Piccole e grandi avventure vissute nel rispetto di valori etici, sociali e ambientali.

5 – Vorremmo che le storie di altitudini fossero fonte di ispirazione per uscire nella natura a camminare, a correre, sciare, arrampicare, fotografare, osservare… Là fuori c’è un mondo meraviglioso, più vasto e complesso di internet, più profondo di qualsiasi rettangolo luminoso o realtà virtuale che potremmo creare. Ogni giorno vediamo quanto le tecnologie digitali possono creare dipendenza e generare ulteriore isolamento. Ci piacerebbe che le storie di altitudini creassero connessioni profonde e durature anche tra le persone.

6 – Continueremo a scrivere storie sotto forma di reportage, interviste, racconti, fotoracconti, graphic journalism, audiostorie, anche con traduzioni da riviste online estere e lo faremo insieme alla comunità di blogger che collabora con noi e con gli autori dell’appuntamento annuale del Blogger Contest.

Grazie,
la redazione di altitudini

Le storie sono memoria per chi scrive e guida per chi legge
Là fuori c’è un mondo meraviglioso, più vasto e complesso di internet