Web Comics

#69
HORROR VACUI

Questa è una storia liberamente tratta da una avventura concretamente avvenuta. Durante una traversata impegnativa ci siamo ritrovati...

illustrazioni di Sara Filippi Plotegher  / Villazzano (TN)

27/01/2022
Marco_Rossignoli_014

Horror vacui

di Sara Filippi Plotegher

Questa è una storia liberamente tratta da una avventura concretamente avvenuta.

Durante una traversata impegnativa ci siamo ritrovati per gran parte del tragitto a navigare in una densa nebbia con visibilità inferiore a quattro metri. È stato fondamentale e bello essere un piccolo gruppo di persone che si vogliono bene per uscire da una situazione affatto scontata. Il bianco tutto intorno mi ha fatto notare la paura del vuoto, del perdersi tra infinte opzioni (potenzialmente fatali), il foglio bianco, con tutte le sue contraddizioni.
La vetta? è solo mia? È nostra? Ci possiamo arrivare insieme? Si può costruire nel vuoto un’altra traccia?

Storie

Audio storie

Web comics

Autori

Premi

Giuria

Questa storia partecipa al BC2021.
Cosa ne pensi di questa storia? Scrivi qui sotto il tuo commento.

Sara Filippi Plotegher

Sara Filippi Plotegher

Sono Sara, artista e scienziata. Da poco mi sto dedicando completamente alla comunicazione scientifica, filosofica e narrativa attraverso il disegno, la mia passione più viscerale. Scorazzo per boschi e montagne da quando sono nata, e negli ultimi anni, complici curiosità e diversi tipi di amore, sto scoprendo l'alpinismo nelle sue varie declinazioni.


Il mio blog | Il mio non un vero blog, mi manifesto su instagram e su behance. Qui raccolgo varie declinazioni delle mie riflessioni. Il disegno scioglie molti nodi dei miei pensieri quando supera la parola.
Link al blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Esplora altre storie

«Non prende!» mi urla un ragazzo biondo affacciato alla porta del bar. Immagino abbia notato... «Non prende!» mi urla un ragazzo biondo affacciato alla porta del bar. Immagino abbia notato la tizia foresta aggirarsi confusa per la piazza e abbia...

Viola andava per i nove anni, era magra e curva, aveva arti nodosi, duri... Viola andava per i nove anni, era magra e curva, aveva arti nodosi, duri ma ancora piuttosto agili, e dal reticolato di capillari erano...

Proprio non se lo aspettava, non credeva davvero si sarebbe più fatto vivo. Non... Proprio non se lo aspettava, non credeva davvero si sarebbe più fatto vivo. Non dopo quanto era successo sullo Harz. ...

Il maltempo che si è abbattuto su molte valli delle Dolomiti Bellunesi, anche se... Il maltempo che si è abbattuto su molte valli delle Dolomiti Bellunesi, anche se non con la stessa potenza devastante, non ha risparmiato le...

Uno dei colori più rappresentativi di quella terra è il bianco; simboleggia il latte,... Uno dei colori più rappresentativi di quella terra è il bianco; simboleggia il latte, quindi il nutrimento, tanto per le persone che per gli...

Tutto inizia al buio, prima che la luce descriva la nascita del nuovo giorno.... Tutto inizia al buio, prima che la luce descriva la nascita del nuovo giorno. ...

La lezione di quella mattina sarebbe rimasta impressa a lungo nella mia mente. ... La lezione di quella mattina sarebbe rimasta impressa a lungo nella mia mente. ...

Un breve racconto per testi ed immagini vuole in qualche modo tracciare una sottile... Un breve racconto per testi ed immagini vuole in qualche modo tracciare una sottile linea rossa tra il muoversi degli umani e quello della...

l libro è tutto spiegazzato, usurato da molti occhi e mani. Non ne avevo... l libro è tutto spiegazzato, usurato da molti occhi e mani. Non ne avevo mai sentito parlare, prima, e ha un titolo un po’...